Fermiamo il carbone


18 e 19 febbraio mobilitazione nazionale per difenderci dal combustibile killer che avvelena il clima e la nostra salute. 

Sabato 18 e domenica 19 febbraio saremo nelle piazze lungo la Penisola per difendere il clima dal carbone, gli effetti nefasti dei mutamenti climatici ormai sono riconoscibili anche alle nostre latitudini, chiediamo al Governo politiche coerenti per la diminuzione dei gas serra e per la tutela della salute dei cittadini.

Segnalaci la tua iniziativa

Le aziende energetiche, dopo la bocciatura del nucleare, puntano sul carbone e progettano la riconversione e la costruzioni di grandi centrali per la produzione di energia elettrica.

Una scelta obsoleta che ci obbligherà a un tuffo nel passato. La combustione del carbone produce altissime emissioni di anidride carbonica che scatenano il fenomeno dei mutamenti climatici, rilascia inquinanti dannosi per la salute coinvolgendo aree anche molto lontane dalle centrali. 

Per modernizzare realmente il sistema energetico del Paese è necessario abbandonare la strada dello spreco riducendo i consumi e investire nell'unica via sostenibile per la produzione di energia: le fonti rinnovabili.   

Approfondimenti e maggiori informazioni su  www.fermiamoilcarbone.it

 

Temi:
Pubblicato il27 gennaio 2012