Festeggia con noi il tuo Natale


Le proposte di Legambiente per un Natale amico del Pianeta

Il Natale sta per arrivare e per chi non vuole rinunciare alla tradizione dell’albero, delle luci colorate e degli addobbi sfavillanti, ma vuole che le proprie feste siano un po’ più sostenibili ecco qualche consiglio di Legambiente e tante idee regalo per festeggiare in amicizia con il Pianeta.

REGALI

  • Una tartaruga sotto l’albero
    Se siete in cerca di un regalo veramente speciale per il vostro Natale, adottate le tartarughe marine in difficoltà ospitate presso il nostro centro di Manfredonia.
  • Bazar
    Tanti doni provenienti dal commercio equo e solidale: articoli di qualità ed ecocompatibili, prodotti nel rispetto dell’ambiente e della dignità dei lavoratori
  • Un anno con Legambiente
    L’iscrizione a Legambiente con abbonamento al mensile La Nuova Ecologia, un regalo originale per farsi ricordare tutto l’anno

DECORAZIONI: Qualche consiglio per addobbare la nostra casa con un occhio di riguardo all’ambiente

ALBERO, vero o finto?
In tutto il ciclo di vita gli alberi veri consumano meno energia di quelli finti (circa un quinto) quindi tra i due è meglio scegliere un albero vero. Con qualche accorgimento però. Se l’albero ha le radici recise o troppo corte, infatti, sarà molto difficile che possa sopravvivere piantandolo nuovamente dopo le feste.  Sarebbe meglio, dunque, scegliere dei cimali o punte di abete provenienti dagli interventi di diradamento dei boschi che i forestali fanno abitualmente. Oppure alberi coltivati in vivaio che aiutano l’ambiente perché vengono prodotti in terreni marginali, abbandonati o incolti e che altrimenti sarebbero destinati all’abbandono e al degrado idrogeologico. Il Corpo Forestale dello Stato consiglia poi di scegliere altre specie in alternativa all’abete che è adatto esclusivamente alle zone montane. I sempreverdi (ginepro, alloro, leccio), ad esempio, si adattano bene al clima cittadino e di pianura. In ogni caso bisogna fare attenzione alla presenza di un bollino metallico o un etichetta di riconoscimento che ne certificano la provenienza italiana. Finite le feste, se non si ha la possibilità di piantarlo in giardino, possiamo donare il nostro albero ai centri di raccolta indicati da molti vivaisti o dai comuni che provvedono al recupero per farne legno o a ripiantarli in luoghi adatti all’attecchimento. Infine, se si sceglie un albero vero è meglio evitare addobbi troppo pesanti che possono danneggiarlo,  mantenere umide le radici, tenerlo lontano da fonti di calore e correnti d’aria.

ADDOBBI
Visto che il Natale senza luci è difficile da immaginare meglio illuminarlo con i led o con lampadine a basso consumo di energia. Esistono ormai molte luminarie che sfruttano questa nuova tecnologia. Anche per l’albero o per decorare la casa è possibile realizzare addobbi con materiali naturali come legno, rafia, spago, pasta o con oggetti riciclati.

CIBO: I suggerimenti per rendere più eco-friendly anche i tradizionali cenoni delle feste
Anche se i menù natalizi spesso abbondano di ingredienti esotici meglio prediligere prodotti alimentari locali e di stagione che percorrono meno chilometri e sostengono le economie locali. Si può scegliere tra molti prodotti provenienti da agricoltura biologica o dal circuito del commercio equosolidale.

AUGURI: Come non rinunciare agli auguri privilegiando le soluzioni più amiche dell’ambiente
Le tradizionali cartoline e i biglietti d’auguri di carta hanno sempre il loro fascino ma scegliere un e-card è sicuramente più ecofriendly. E poi sono molto veloci e personalizzabili. In alternativa, per i meno tecnologici, in commercio esistono tantissimi biglietti in carta riciclata o ecologica che hanno la stessa funzione, ma che riducono notevolmente l'impatto sull'ambiente dei nostri auguri. Quelli di Legambiente per il progetto Rugiada hanno il valore aggiunto di portare anche un messaggio di solidarietà per i bambini provenienti dalle zone più contaminate dal disastro nucleare di Chernobyl.

Temi:
Pubblicato il12 dicembre 2011