L'Italia cambia strada


Nata la rete dell’altra velocità. Pendolari, pedoni e pedali insieme per reclamare il diritto a una migliore qualità della vita.

15 milioni di italiani si affidano al trasporto pubblico per i loro sostamenti quotidiani, in costante crescita le persone che scelgono di usare la bici o le proprie gambe. Milioni di cittadini che continuanio ad essere ignorati dalla politica per la mobilità nazionale che insiste, nonostante la richiesta, ad investire il 75% delle risorse destinate al settore, in autostrade, tangenziali, alta velocità. Dall'urgenza di riorientare le risorse pubbliche, ripensare il modello di mobilità trasformandolo in base alle esigenze delle persone, nasce la Rete per la Mobilità Nuova, un’alleanza di cittadini e associazioni impegnati nella promozione di politiche di trasporto  che mettano al centro i bisogni della maggioranza degli italiani  e non più soltanto il diritto all’uso dell’automobile privata. Continua

www.mobilitanuova.it


Ha vinto lui

Temi:
Pubblicato il27 marzo 2013