Primo Summit Carovana delle Alpi


Confrontarsi, unire le forze, raccontare le economie di montagna è l’obiettivo della rete delle “Comunità di montagna green e smart” siglata in occasione del primo summit sulle Bandiere Verdi di Carovana delle Alpi, svolto a Mendatica l'11 luglio scorso.  Un’intera giornata di lavori e di dialogo dedicata alle realtà che faticosamente cercano di riemergere in montagna anche con nuove forme di protagonismo, suddivisa in due parti: la prima sulle potenzialità per le aree interne e i fondi strutturali, la seconda su modelli in rete per le economie di montagna. Sempre più significativo, infatti, è il numero di piccolissime, piccole e medie imprese che, insieme a virtuose amministrazioni locali, dimostrano di avere il coraggio di assumere la sfida ambientale come fattore competitivo e di integrarla con i temi della responsabilità sociale d’impresa e della centralità della persona.

Da 14 anni Legambiente redige il dossier della Carovana delle Alpi, con il fine di mettere in luce e sostenere quei progetti nuovi e alternativi, capaci di coniugare  ambiente, economia, sviluppo e  lavoro. In questa prospettiva, ha scelto di premiare con le bandiere verdi attività e progetti che sanno riguadagnare terreno a migliori pratiche agricole, ai bisogni di qualità alimentare, alle tipicità territoriali, alla diversificazione produttiva anche immateriale, al risparmio energetico, a un turismo responsabile e sostenibile, per la difesa del suolo e un più equilibrato utilizzo delle risorse idriche. Un percorso che non  nasconde l'ambizione di poter contribuire a costruire una buona governance alpina, dove le  buone pratiche, messe in rete,  possano  produrre nuovi patti e accordi per dare più forza a questa visione. 

 

Files
Temi:
Pubblicato il09 luglio 2015