Volge a conclusione il progetto europeo ISAAC, convegno finale il 12 giugno a Roma


Una carrellata sulle molteplici attività messe in campo dal progetto pensato per mitigare le barriere sociali legate alla diffusione del biogas e biometano in Italia

Il progetto ISAAC, acronimo di Increasing Social Awareness and ACceptance of biogas and biomethane per 30 mesi ha lavorato per colmare le problematiche relative alla diffusione del biogas e biometano in Italia: scarsa accettazione pubblica, poco coordinamento tra i gestori degli impianti, alcune inadeguatezze normative che non agevolano nuove installazioni all’interno del contesto nazionale.

Molteplici le attività realizzate dai partner coinvolti nel progetto: incontri pubblici per i cittadini, corsi di formazione per gli amministratori locali e gli agricoltori, attività didattiche per gli studenti delle scuole superiori, presentazione di diverse proposte normative e sviluppo di processi di partecipazione legati alla realizzazione di impianti in Sardegna e Puglia. I risultati conseguiti verranno presentati durante la conferenza stampa conclusiva dai partner di progetto: 2 AzzeroCO2 in qualità di coordinatore, Legambiente, il CNR con due istituti (Istituto sull’Inquinamento Atmosferico ed Istituto sulla Crescita Economica Sostenibile), Chimica Verde Bionet ed il Consorzio Italiano Biogas.

Un partenariato nato per risolvere le difficoltà di accettazione sociale del biogas che non trovano riscontro in altre realtà comunitarie dove gli impianti vengono visti con favore dalle popolazioni locali per il basso impatto ambientale ed il ritorno economico per il territorio di riferimento.

 

L'evento avrà luogo martedì 12 giugno 2018 alle ore 09:00 presso la Sala Marconi del CNR a Roma in piazzale Aldo Moro, 7  

Maggiori informazioni: www.isaac-project.it

Il progetto è stato finanziato nell’ambito del programma di Ricerca ed Innovazione Horizon 2020 della Commissione Europea 

Temi:
Pubblicato il04 giugno 2018