Vittorio Cogliati Dezza e Rossella Muroni confermati presidente e direttrice generale di Legambiente


Vice presidenti Stefano Ciafani e Edoardo Zanchini: vice direttore Andrea Poggio, Ermete Realacci presidente onorario.

Rinnovabili, trasporti pendolari, città, Mediterraneo, volontariato, diritti. L'agenda di Legambiente per i prossimi quattro anni

Chiudere le centrali più inquinanti, a partire da una moratoria per il carbone; difendere i diritti dei pendolari; ripartire dalle città e dalle aree metropolitane rafforzando la nostra azione associativa e le nostre proposte politiche; rilanciare il nostro lavoro sul Sud e verso il Mediterraneo; realizzare un servizio volontario per la prevenzione del rischio idrogeologico; sostenere la legge per i diritti civili ed elettorali alle amministrative degli stranieri.

Ecco in sintesi gli obiettivi fissati da Legambiente per i prossimi anni, a conclusione del suo IX congresso nazionale con la riconferma di Vittorio Cogliati Dezza e Rossella Muroni rispettivamente presidente e direttrice generale di Legambiente.

Eletti  due nuovi vice presidenti: Stefano Ciafani, responsabile scientifico e Edoardo Zanchini, responsabile Urbanistica e Rinnovabili dell'associazione. Confermati Andrea Poggio vice direttore, Ermete Realacci presidente onorario e Nunzio Cirino Groccia amministratore.

 

Temi:
Pubblicato il05 dicembre 2011