Laghi in Festa: Alla scoperta dell'Italia dei laghi e dei suoi piccoli borghi lacustri che investono su turismo e sostenibilità ambientale


A Molveno (Tn) al via la prima edizione di “Laghi in Festa”   Mobilità sostenibile, sport, turismo a passo lento ma anche innovazione e informatica al centro della tre giorni organizzata da Legambiente e che ha per protagonisti  i bacini lacustri  

 

Non solo mare e località balneari, l’Italia è anche culla di molte piccole e pregiate località lacustri, circondate da splendidi paesaggi naturali, e che hanno saputo coniugare con successo turismo e sostenibilità ambientale. Dai laghi alpini, come quello di Molveno (Tn), Fiè (Bz), Monticolo (Bz), al lago di Avigliana Grande (To), dal Lago di Mis (Bl) a quelli del centro Italia come il lago dell’Accesa (Gr) e il lago di Martignano (Rm); e poi dal Lago di Garda a quello di Como: sono alcuni dei tanti bacini lacustri, insigniti in questi anni delle prestagione vele di Legambiente e Touring Club Italiano, al centro della prima edizione del Festival “Laghi in Festa”, organizzato dall’associazione ambientalista, dal Comune di Molveno, dalla Provincia di Trento, da Trentino Marketing e che prende il via oggi a Molveno, in Trentino Alto Adige, fino al 1 ottobre. Un Festival che si apre all’indomani dell’approvazione della legge sui piccoli comuni e che è stato pensato per raccontare, insieme alle amministrazioni locali ma anche esponenti del mondo imprenditoriale e associativo, l’eccellenza dei piccoli borghi lacustri italiani in una tre giorni di workshop, incontri, e riflessioni sulle buone pratiche legate alla gestione sostenibile del territorio e al turismo ambientale. Diversi i temi al centro di Laghi in Festa: dalla mobilità dolce e sostenibile agli eventi e le attività sportive, passando per il turismo a passo lento, senza dimenticare le sfide legate all’innovazione e all’informatica, per un turismo di qualità, rispettoso dell’ambiente e in grado di richiamare turisti da tutta la Penisola e dall’estero. L’obiettivo è quello di tessere una rete fra i territori, rendendo protagoniste le comunità e replicando sul territorio le buone pratiche già in atto. 

 

All’inaugurazione di Laghi in Festa, presso il Centro Congresso di Molveno, hanno partecipato oggi: Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale di Legambiente, Luigi Nicolussi, sindaco di Molveno, Michele Dellapiccola, Assessore agricoltura, foreste, turismo e promozione, caccia e pesca Provincia Autonoma di Trento e Sebastiano Venneri, responsabile turismo di Legambiente.

 

“I laghi rappresentano per il nostro Paese - dichiara da Molveno Sebastiano Venneri, responsabile turismo di Legambiente - un elemento importante di ricchezza ambientale, economica e di valorizzazione del territorio, ma sono anche tra gli ecosistemi più a rischio del Pianeta. Per questo con Laghi in Festa vogliamo aprire un momento di riflessione e confronto sui borghi lacustri della Penisola e su un turismo di qualità e sostenibile legato alle eccellenze del territorio e in grado di generare economie più solide, professionalità, offerta turistica specializzata di qualità”.

 

Legambiente ricorda che il turismo, si conferma un settore sempre più vitale e in crescita solida e costante. Secondo gli ultimi dati, quella appena trascorsa è stata un’estate da record segnata da un turismo in forte crescita in Italia nel 2017, a partire dal mare, al top con un +16% di presenze. Cresce anche il turismo interno (+3,2%), con borghi e musei segnano un +12,5% di visitatori. Dati più che positivi perché investire su un turismo di qualità e sostenibile fa bene all’ambiente e piace sempre di più agli italiani.

Tra i vari esempi legati al turismo e alla valorizzazione di questi luoghi di cui si parlerà in questi tre giorni di Laghi in festa, c’è il progetto della ciclabile “Garda by bike”, un anello lungo 140km sospeso sul lago di Garda, dove in alcuni tratti si arriverà a sfiorare anche l’acqua. Un esempio attraverso il quale Legambiente vuole ricordare l’importanza di una nuova cultura della mobilità che si intreccia con politiche di infrastrutturazione dolce e leggere, a misura della comunità e nel rispetto del paesaggio. C’è poi l’esempio virtuoso di Castello dell’Acqua (SO), piccolo comune sulle Prealpi Orobiche Valtellinesi, che ha creduto e provveduto al mantenimento di una rete escursionistica di sentieri ad alto valore turistico ed etnografico. Tra gli altri temi di Laghi in Festa, il turismo legato agli eventi sportivi e alle attività lacustri come ad esempio la sfida lanciata dalla prima edizione di X-trail natural obastacle race 2017, in programma il 30 settembre e 1 ottobre proprio a Molveno nella cornice del lago. Un appuntamento che sbarca per la prima volta in Italia tra le cime delle Dolomiti di Brenta e che si rivolge a tutti quelli che amano la corsa e le gare trail su percorsi disseminati di ostacoli naturali. Spazio poi all’innovazione e ai laboratori sperimentali con hackathon, la maratona informatica di ventiquattr’ore che prende il via oggi con premi in denaro per i primi classificati. I partecipanti dovranno realizzare progetti per la mobilità sostenibile in montagna e lunedì 1 ottobre ci sarà l’esposizione dei progetti vincitori. Tra le associazioni che in questi tre giorni parteciperanno a Laghi in festa, anche Borghi Autentici Italiani che crede molto nella rete tra territori e comunità.

 

In allegato il programma di Laghi in Festa, dal 29 settembre al 1 ottobre a Molveno (Tn)

 

 

 

L’ufficio stampa: 0686268353-99

Temi:
Pubblicato il29 settembre 2017