Presentati i risultati del monitoraggio della Goletta dei Laghi sul Ceresio


Quattro su sei i punti fortemente inquinati rilevati dai tecnici di Legambiente. Basta indugiare. Vengano resi noti i tempi di attuazione del Piano d’ambito e le opere programmate per la depurazione degli scarichi e la qualità delle acque del lago.

Quattro punti oltre i limiti di legge sui sei rilevamenti effettuati sul Ceresio. Non è purtroppo nuova la notizia che emerge dal monitoraggio svolto dai tecnici della Goletta dei Laghi di Legambiente, la campagna nazionale d’informazione scientifica sullo stato di salute dei bacini lacustri realizzata con il contributo del COOU (Consorzio Obbligatorio Oli Usati) e di Novamont.
Sono infatti ancora una volta negativi i dati che oggi hanno diffuso in una conferenza stampa a Porto Ceresio Giorgio Zampetti, responsabile scientifico di Legambiente, Barbara Meggetto, portavoce della Goletta dei Laghi e Milena Nasi Benetti, del circolo Legambiente Arcisate-Ceresium.

Sono risultati fortemente inquinati le foci dei torrenti Bolletta, Brivio e Vallone a Porto Ceresio e lo scarico sul lungolago in Via Ungheria a Lavena Ponte Tresa.
Entro i limiti sono risultati invece i punti campionati a Claino con Osteno alla foce del fiume Telo e a Lavena Ponte Tresa in via alla Broa, all'altezza del vecchio lido.

“Le analisi effettuate testimoniano le gravi lacune che ancora oggi presenta il sistema depurativo della Valceresio – spiega Giorgio Zampetti, responsabile scientifico di Legambiente -, inadeguato e non sufficientemente idoneo ad abbattere il carico inquinante. Infatti i tecnici di Legambiente eseguono il controllo dello stato di qualità delle acque con particolare attenzione al rischio di inquinamento causato dalla mancanza o inadeguatezza del servizio di depurazione e per questo tengono sotto controllo le foci di fiumi e torrenti che si riversano nel lago, oltre gli scarichi. I risultati ci confermano che la maggior parte dei problemi per il lago continua ad arrivare direttamente dai corsi d’acqua e dal depuratore evidentemente sottodimensionato rispetto alla portata in entrata.”

La situazione del Ceresio non e' una novità: nel quadriennio 2009-2012 sono risultati dal monitoraggio di Legambiente sempre fuori dai parametri di legge sia lo scarico presso il lungolago in via Ungheria a Ponte Tresa che la foce del rio Bolletta a Porto Ceresio. Per trovare altri risconti, quest’anno la Goletta ha monitorato altri due punti a Porto Ceresio, che sono risultati entrambi fortemente inquinati.

Appare ormai evidente lo stato di sottodimensionamento delle infrastrutture di recapito dei reflui fognari che non riescono a ricevere e depurare le acque che provengono da i comuni interni. A tutto ciò si aggiunge anche, secondo l’ultimo rapporto di Arpa Lombardia sullo stato dell’ambiente 2010-2011, uno stato ecologico delle acque scadente a Lavena Ponte Tresa e sufficiente a Porto Ceresio.

"Siamo preoccupati di questa situazione che va avanti da troppo tempo, senza alcun miglioramento – rimarca Milena Nasi Benetti del circolo Legambiente Valceresio -, vanificando anche gli sforzi per rilanciare dal punto di vista turistico la zona. Il divieto di balneazione stabilito dalla Asl di Varese lungo la costa di Porto Ceresio, scattato proprio per l’inquinamento derivante dagli scarichi fognari non depurati, lo conferma. Siamo stanchi di attendere risposte alle domande che continuiamo a porgere alle istituzioni locali. Vista la strategicità del lago e la sua valenza internazionale, soprattutto nei rapporti con gli Svizzeri, che hanno già chiesto chiarimenti sulla questione, ci attiveremo anche a livello parlamentare. A Regione, Provincia e Comunità Montana chiediamo di farsi promotori di un percorso di trasparenza e informazione ai cittadini, rendendo noti i tempi di attuazione del piano d’ambito e le opere programmate per la depurazione degli scarichi e la qualità delle acque del lago.”

Lago

Regione

Pv

Comune

Punto

Giudizio
Goletta dei Laghi
2013

Ceresio

Lombardia

VA

Porto Ceresio

Foce torrente Brivio

Fortemente inquinato

Ceresio

Lombardia

VA

Porto Ceresio

Foce torrente Vallone

Fortemente inquinato

Ceresio

Lombardia

VA

Porto Ceresio

Foce rio Bolletta

Fortemente inquinato

Ceresio

Lombardia

VA

Lavena Ponte Tresa

Scarico presso lungolago Ungheria

Fortemente Inquinato

Ceresio

Lombardia

VA

Lavena Ponte Tresa

In via alla Broa, zona vecchio Lido

Entro i limiti di legge

Ceresio

Lombardia

CO

Claino con Osteno

Foce fiume Telo di Osteno

Entro i limiti di legge

 

Il monitoraggio scientifico

I prelievi vengono eseguiti dalla squadra di tecnici che effettuano le analisi chimiche direttamente in situ con l’ausilio di strumentazione da campo. I campioni per le analisi microbiologiche sono prelevati in barattoli sterili e conservati in frigorifero, fino al momento dell'analisi, che avviene nei laboratori mobili lo stesso giorno di campionamento o comunque entro le 24 ore dal prelievo. I parametri indagati sono microbiologici (enterococchi intestinali, escherichia coli) e chimico-fisici (temperatura dell’acqua, pH, ossigeno disciolto, conducibilità). Il giudizio di Legambiente viene dato in base ai risultati ottenuti dalle analisi microbiologiche (sono presi come riferimento i valori limite per la balneazione indicati dal Decreto Legislativo del 31 marzo 2010 nell’allegato A) e secondo i seguenti criteri:

 - INQUINATO Enterococchi intestinali maggiori di 500 ufc/100ml e/o Escherichia Coli maggiore di 1.000 ufc/100ml

- FORTEMENTE INQUINATO Enterococchi intestinali maggiori di 1.000 ufc/100ml e/o Escherichia Coli maggiore di 2.000 ufc/100ml

 

Le tappe della Goletta dei Laghi:
26 - 29 giugno: lago d’Iseo, Lombardia
30 giugno - 2 luglio: lago di Como, Lombardia

3 - 6 luglio: lago Maggiore, Lombardia, Piemonte
7 - 9 luglio: lago di Garda, Lombardia, Veneto
10 - 12 luglio: laghi di Vico, Nemi, Giulianello, Lazio
15 – 16 luglio: laghi Cecita, Arvo, Ampoliino, Calabria
17 luglio: lago dell’Accesa, Toscana
18 – 19 luglio: lago Trasimeno e Piediluco, Umbria

20 - 21 luglio: lago Pertusillo, Basilicata

22 - 23 luglio: lago di Fiastra, Marche
24 - 27 luglio: laghi Rubino, Soprano, Pergusa, Ganzirri e Faro, Sicilia

 

 

A bordo di Goletta dei Laghi:

 

SOS GOLETTA

Contribuisci anche tu a difendere i laghi dall’inquinamento! SOS Goletta è uno strumento a disposizione di cittadini e turisti che in ogni momento possono segnalare situazioni anomale o problematiche.

Ecco come lanciare l’SOS:

- Collegati a www.legambiente.it/sosgoletta

- Invia un SMS o MMS al numero 346.007.4114, oppure scrivi a sosgoletta [at] legambiente [dot] it
 

PORTALE TURISMO SOSTENIBILE

Per i turisti e i viaggiatori attenti all’ambiente anche quando scelgono una vacanza è nato www.legambienteturismo.it, il portale di servizi, proposte e informazioni dedicato al turismo sostenibile targato Legambiente. All’interno tutte le strutture che aderiscono all’etichetta ecologica Legambiente Turismo e le località premiate dalla Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano.

   LIVING LAKES   

Promuovere la protezione e lo sviluppo degli habitat naturali, salvaguardare la loro varia flora e fauna, aumentare la conoscenza e il livello di sensibilità nei confronti degli ecosistemi delle aree lacustri e sviluppare in modo sostenibile il turismo e le economie locali. Questi gli obiettivi della rete italiana di Living Lakes, presieduta da Legambiente, che comprende ad oggi 4 associazioni, 9 tra i maggiori laghi italiani e un’area umida. Living Lakes e Goletta dei Laghi viaggeranno insieme per promuovere iniziative ed eventi mirati a diffondere e valorizzare sempre di più la tutela del nostro patrimonio lacustre. http://www.livinglakesitalia.it/

 

 

Segui il viaggio della Goletta dei Laghi sul sito www.legambiente.it/golettadeilaghi

E su facebook.com/golettalaghi

 

 

Ufficio stampa Goletta dei Laghi:

Marco Fazio

349/6546513

Porto Ceresio, 5 luglio 2013, Comunicato stampa

Temi:
Pubblicato il05 luglio 2013