Sigilli ad un allevamento lager di cavalli a Roma. Aiutiamo gli animali sopravvisuti


Maltrattati e malnutriti, i cavalli, i pony, gli asini e muli sequestrati hanno bisogno di una mano per trovare una nuova sistemazione, una nuova vita 

Abbandonati a loro stessi, feriti, ammalati, senza né cibo, né acqua potabile, né cure. Dopo anni di esposti e segnalazioni, i carabinieri hanno messo i sigilli ad un allevamento lager e sequestrato circa sessanta cavalli in stato di malnutrizione e maltrattamento a Lunghezza, nella zona est di Roma. Il Pubblico Ministero Antonio Clemente ha nominato Legambiente onlus e Progetto Islander custodi giudiziari degli equidi. Le due associazioni, insieme a Il Rifugio degli Asinelli e Italian Horse Protection onlus con le quali hanno denunciato a più riprese la situazione di Lunghezza, continueranno a collaborare per garantire a tutti gli animali una nuova vita. 

Ad oggi cavalli, pony, asini e muli si trovano a Lunghezza dove sono in corso le operazioni per le cure veterinarie, l’alimentazione e il trasferimento in uno o più siti idonei. 

Le associazioni lanciano un appello a tutti gli amanti degli animali che vogliono dare il loro contribuito e collaborare al benessere di questi equidi, rendendosi disponibili per un’adozione concreta oppure decidendo di fare una donazione per sostenere i costi di mantenimento, cure, ricoveri in clinica, trasporto e alimentazione, al momento a carico delle associazioni, e dare così un futuro migliore ai nostri amici a quattro zampe. Leggi tutto>>

Tutte le informazioni per fare una domazione o per l'affido: www.legambienteanimalhelp.it/liberidigaloppare

 

 

 

 

 

 

Temi:
Pubblicato il08 marzo 2018