Traffico di rifiuti


Lo smaltimento illegale di rifiuti industriali è il più pericoloso campo d’attività delle ecomafie e uno tra i business illegali più redditizio.
Anziché essere trattati e gestiti secondo le norme, che ne assicurano lo smaltimento in regime di sicurezza ambientale e sanitaria, i rifiuti speciali vengono nascosti  e così avvelenano l’aria, contaminano le falde acquifere, inquinano i fiumi e le coltivazioni agricole, minacciano la salute dei cittadini, contaminando con metalli pesanti, diossine e altre sostanze cancerogene i prodotti alimentari.

In questo racket, insieme alle mafie, agiscono i manager delle aziende, faccendieri, amministratori locali e  tecnici senza scrupoli che insieme costituiscono una vera e propria associazione criminale, una Rifiuti Spa, che conta su pratiche collaudate di corruzione, frode ed evasione fiscale, attiva da nord a sud su tutto il territorio nazionale. I reati in questo campo possono avvenire in ogni fase del ciclo: produzione, trasporto e smaltimento. L’azienda può dichiarare il falso su quantità o tipologia di rifiuti da smaltire, la classica truffa del c.d. giro bolla che falsifica la classificazione del rifiuto nei documenti d’accompagnamento, per dirottare il carico o farlo sparire, oppure affidare l’operazione a imprese che lavorano sottocosto sapendo che utilizzeranno metodi illeciti.

Il nostro Paese è anche il crocevia di traffici internazionali di rifiuti pericolosi e materie radioattive provenienti da altri Paesi e destinati a raggiungere, ad esempio via mare a bordo delle c.d. Navi dei veleni, le coste dell’Africa e dei paesi asiatici.  Proprio sui traffici illegali verso la Somalia stava conducendo un’inchiesta la giornalista Rai Ilaria Alpi, uccisa a Mogadiscio con l’operatore Miran Hrovatin nel 1994.

Navi dei veleni domande che aspettano una risposta

 

ww.noecomafie.it
Le storie e i numeri della criminalità ambientale in Italia

 

19 Nov 2018
    "Ancora non ci siamo. In nome del popolo inquinato, chiediamo che nella terra dei fuochi venga fatta davvero ecogiustizia e che vengano adottate soluzioni serie e concrete, a partire da maggiori controlli su tutto il territorio e non solo nelle aree degli impianti, per contrastare il fenomeno degli incendi di rifiuti...
09 Lug 2018
Mai nella storia del nostro Paese sono stati effettuati tanti arresti per crimini contro l’ambiente come nel 2017, mai tante inchieste sui traffici illeciti di rifiuti. Dal Rapporto Ecomafia 2018 di Legambiente, presentato questa mattina a Roma, spiccano infatti le 538 ordinanze di custodia cautelare emesse per reati ambientali nel 2017 (139...
14 Giu 2018
  “Il Rapporto Rifiuti Speciali di Ispra e Sistema nazionale protezione ambiente, presentato oggi a Montecitorio, aiuta a focalizzare, insieme al nostro Rapporto Ecomafia che presenteremo il prossimo 9 luglio alla Camera dei deputati, i problemi che il nostro Paese deve risolvere in tempi brevi, soprattutto sul fronte dei rifiuti...
12 Feb 2018
«Il traffico illegale di rifiuti – dichiarano Stefano Ciafani, direttore generale di Legambiente, e Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – rimane uno dei settori preferiti della criminalità ambientale che guarda sempre di più oltre il confine italiano, come dimostra l’operazione “...
20 Ott 2016
Traffico illecito di rifiuti, inquinamento ambientale, truffa ai danni dello Stato e abuso d'ufficio: una vasta operazione del Corpo Forestale dello Stato in Abruzzo, a seguito di una inchiesta sul traffico di rifiuti in Basilicata iniziata due anni fa, ha portato al sequestro del depuratore di Chieti Scalo, gestito dal Consorzio di Bonifica...
13 Lug 2016
Rifiuti, agroalimentare e specie protette. Sono queste le tre filiere studiate e monitorate per il progetto Civic (Common Intervention on Vulnerability in Chains) - finanziato dalla DG Home Affairs della Commissione Ue per individuare le vulnerabilità alle proiezioni criminali e proporre soluzioni concrete. Al termine di due anni di lavoro,...
12 Lug 2016
“Ancora una volta, grazie al delitto di attività organizzata per il traffico illecito dei rifiuti approvato nel 2001 e al prezioso lavoro dei Carabinieri per la tutela dell’Ambiente, oggi è stato possibile sgominare un imponente smaltimento illegale di rifiuti in Lombardia. Gli arresti di questa mattina dimostrano tra l’altro come il ciclo...
31 Mar 2016
“L’efficace attività operativa del Noe ha permesso ancora una volta di fare chiarezza in una vicenda relativa all’attività organizzata per il traffico e lo smaltimento illegale dei rifiuti. A rendere più gravi, e quindi più importanti questi arresti, il fatto che riguardano attività inerenti lo...
04 Mar 2015
 “Dopo il voto a larghissima maggioranza del Senato, siamo vicinissimi all’approvazione definitiva di una legge che aspettiamo da oltre 20 anni. La Camera dei deputati metta subito all’ordine del giorno dei lavori il disegno di legge sugli ecoreati e approvi senza fare modifiche questa riforma di civiltà per fermare...
25 Feb 2015
“È urgente che si approvi con le ultime modifiche il Ddl sugli ecoreati nel codice penale, ancora in discussione al Senato a quasi un anno dall'approvazione alla Camera. Il Paese e il popolo inquinato non posso più attendere ”. È quanto hanno chiesto le 25 associazioni firmatarie dell’appello “In...
10 Feb 2015
  Rinascita e riscatto. È questo quello che chiede la Terra dei Fuochi, l’area a cavallo delle province di Napoli e Caserta simbolo e paradigma dei traffici illeciti di rifiuti e dell’estrema pericolosità dell’ecomafia. Una terra “martoriata” nella sua essenza più profonda ed ignorata per...
15 Dic 2014
Mai più disastri ambientali impuniti. Terra dei fuochi, Marghera, Taranto, Gela, Eternit, Valle del Sacco, Quirra: l’Italia non può più attendere. Con l’inserimento nel Codice penale dei delitti ambientali, in primis quelli di inquinamento e disastro, sarà possibile aiutare magistratura e forze dell'...
28 Nov 2014
“Il reato è estinto per intervenuta prescrizione”. È un “verdetto” che si ripete e che accomuna ormai molti dei più importanti processi penali italiani su reati e disastri ambientali come quello riguardante il caso Eternit, la discarica di Pitelli (La Spezia) al centro di un traffico di rifiuti, il...
26 Set 2014
Legambiente partecipa oggi a Roma a “La voce della legalità”, la giornata dedicata alla memoria del Sostituto Commissario Roberto Mancini, scomparso il 30 aprile 2014 a causa di una leucemia contratta durante i sopralluoghi tra discariche e siti inquinati presenti nel territorio campano.  Rossella Muroni, direttrice...
01 Lug 2014
“L'inchiesta di oggi è solo l'ennesima conferma che i cantieri, in particolare quelli delle grandi opere, sono a forte rischio di infiltrazione delle mafie. Le stesse procedure - poco trasparenti e facilmente aggirabili - di gestione degli appalti e, soprattutto dei sub appalti, facilita il loro inserimento, grazie...
11 Giu 2014
SONO 29.274 LE INFRAZIONI ACCERTATE NEL 2013, PIÙ DI 80 AL GIORNO, PIÙ DI 3 L’ORA. IN MASSIMA PARTE HANNO RIGUARDATO IL SETTORE AGROALIMENTARE: BEN IL 25% DEL TOTALE, CON 9.540 REATI, PIÙ DEL DOPPIO DEL 2012 QUANDO ERANO 4.173. IL 22% DELLE INFRAZIONI HA INTERESSATO INVECE LA FAUNA, IL 15% I RIFIUTI E IL 14% IL CICLO DEL...
06 Giu 2014
“La sospensione dei campionamenti sui suoli a rischio è ulteriore dimostrazione che sulla Terra dei Fuochi la politica continua ad agire senza un'azione organizzata e costruttiva. Sono tante, troppe le domande senza una risposta. Perché la sospensione arriva solo a ridosso della scadenza del 7 giugno prevista dal decreto?...
23 Apr 2014
“L’Italia continua ad essere sfregiata dall’ecomafia e in particolare dal traffico illegale dei rifiuti. Le circa 500mila tonnellate di rifiuti stimate in una mega discarica di Ordona, nel foggiano, dove in queste ore sono in corso gli scavi, dimostrano ancora una volta la gravità della situazione e confermano come l...
22 Mar 2014
Dalla Terra dei Fuochi all’Agro Pontino per dire basta all’ecomafia e a quelle forme di criminalità ambientale che in questi anni hanno sfregiato questi splendidi e ricchi territori, danneggiando l’ambiente, mettendo a rischio la salute dei cittadini e eliminando persone “scomode” come Don Cesare Boschin. Il...
18 Mar 2014
Frigoriferi e scaldabagni guasti, televisori con tubo catodico, telefonini, pc e stampanti ma anche giocattoli e lampadine giunti a fine vita compongono una percentuale sempre crescente dei nostri rifiuti. Rifiuti che però richiedono particolari attenzioni per lo smaltimento al fine di recuperare i materiali pregiati attraverso l’...