Consumo di Suolo


Il suolo è una risorsa non rinnovabile che l’uomo, con le sue attività, ‘consuma’: le abitazioni, le strade, le ferrovie, i porti, le industrie occupano porzioni di territorio trasformandole in modo pressoché irreversibile. Il ritmo di questi processi è cresciuto a parallelamente allo sviluppo delle economie: quello dell’aumento del consumo di suolo è un fenomeno globale, ma che è più problematico in paesi di antica e intensa antropizzazione come l’Italia, in cui, per la scarsità di suolo edificabile, l’avanzata dell’urbanizzazione contende il terreno all’agricoltura e spinge all’occupazione di aree sempre più marginali, se non addirittura non adatte all’insediamento, come quelle a rischio idrogeologico.

Nel nostro Paese è ancora fortissima la tendenza a cementificare disordinatamente il suolo libero: l’abusivismo edilizio in particolare nel Sud, la crescita a macchia d’olio delle città, l’integrale  urbanizzazione di lunghi tratti delle coste hanno segnato lo sviluppo territoriale dell’Italia contemporanea. “L’urbanizzazione si manifesta in forme sempre più pervasive e complesse - si legge nel rapporto sulla Situazione del Paese 2008 dell’Istat - e ha conosciuto, negli ultimi decenni, un’accelerazione senza precedenti, relativamente autonoma rispetto agli andamenti demografici ed economici”. Si costruisce, infatti, per altre ragioni: per portare soldi nelle casse dei Comuni, per la mancanza di abitazioni in affitto, che crea una domanda di case a poco prezzo lontane dai centri abitati. Anche strade e autostrade, spesso, si realizzano soprattutto per rendere fabbricabili le aree attraversate. Una tendenza che ci allontana dalle migliori esperienze europee, dove l’attività immobiliare si concentra spesso nella riqualificazione dei cosiddetti “brown fields”, le aree ex-industriali.

 

#stopalconsumodisuolo

www.consumosuolo.org

10 Nov 2014
L’Italia è di nuovo in ginocchio per il maltempo, e a Genova dopo l’alluvione di inizio ottobre in queste ore è di nuovo allerta meteo, mentre anche Carrara è in ginocchio e in molti comuni del centro Nord le scuole rimarranno chiuse. Bisogna agire subito! In vista degli Stati generali contro il dissesto...
30 Ott 2014
"Per la prima volta in Italia il tema della limitazione del consumo di suolo entra in una legge di Governo del territorio con chiari obiettivi e scelte lungimiranti". E’ questo il commento di Vittorio Cogliati Dezza, presidente nazionale di Legambiente, alla notizia dell'approvazione della nuova normativa da parte del Consiglio...
29 Ott 2014
Si potrebbe finalmente realizzare il prolungamento della metro di Torino, oppure mettere mano alla necessaria messa in sicurezza del Secchia e Panaro nel modenese, oppure fare la chiusura dell’anello ferroviario di Roma, o il terminal degli autobus a Campobasso o anche impianti per il trattamento dei rifiuti organici in Campania…....
14 Ott 2014
Genova e la Liguria ancora una volta hanno subito i devastanti effetti dell'ennesima tragedia causata dal rischio idrogeologico. Piogge intense che si sono riversate su un territorio fragile hanno causato l'esondazione di corsi d'acqua, frane, allagamenti e purtroppo ancora una volta vittime. Episodi che si verificano continuamente nel...
17 Lug 2014
  La lotta ai cambiamenti climatici, l’efficienza energetica, la sfida della rigenerazione urbana, la sostenibilità ambientale, un maggior sostegno alla produzione di energia rinnovabile e alla valorizzazione delle nostre risorse naturali e culturali: sono questi per Legambiente alcuni degli obiettivi tematici sui quali l’...
13 Mag 2014
Un’invasione di case insicure, fragili, non coibentate, energeticamente costose e spesso vuote e inutili, insieme a capannoni, autostrade, parcheggi, cave e strade continuano a cancellare importanti porzioni del nostro territorio. In tre anni abbiamo perso, secondo Ispra, ben 720 chilometri quadrati di suolo. Nemmeno la crisi ferma questa...
06 Mag 2014
Una conversione ambientale “inconsapevole” fa ottenere all’Italia la leadership nelle trasformazioni green dell'economia superando la Germania, tradizionalmente considerata il campione in questo settore. Nel 2014 la Penisola emerge nettamente, sotto tutti i profili, come un Paese che consuma meno risorse, meno energia e...
29 Apr 2014
Enormi crateri come ferite aperte sul territorio costellano i paesaggi italiani. Da Nord a Sud le cave attive in Italia sono 5.592, quelle dismesse e monitorate addirittura 16.045, mentre se aggiungessimo anche quelle delle regioni che non hanno un monitoraggio (Calabria e Friuli Venezia Giulia) il dato potrebbe salire a 17 mila. Nonostante la...
11 Apr 2014
Si chiude con l’abbattimento di un ecomostro la “Settimana della Bellezza”, iniziata lo scorso 5 aprile. Giunta alla seconda edizione, l’iniziativa, ideata e organizzata da Legambiente, ha raccontato attraverso i tanti eventi in programma le qualità ambientali, culturali e sociali del nostro Paese. L’evento...
26 Mar 2014
Un'Italia sotto cemento, che continua a consumare suolo anche nella sua peggiore crisi edilizia. Si ferma il mercato immobiliare, ma suona la grancassa il comparto più coccolato dalla politica, a tutti i livelli: quello delle grandi infrastrutture per la mobilità, e segnatamente delle infrastrutture stradali, con le loro...
12 Feb 2014
Sono ben 6.633 i comuni italiani in cui sono presenti aree a rischio idrogeologico, l’82% del totale; oltre 6 milioni di cittadini si trovano ogni giorno in zone esposte al pericolo di frane o alluvioni. In ben 1.109 comuni (l’82% fra i 1.354 analizzati nell’indagine) sono presenti abitazioni in aree a rischio e in 779 amministrazioni (il 58% del...
13 Dic 2013
“L’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del Ddl sul consumo di suolo è una buona notizia. Speriamo questa sia la volte buona e che Governo e Parlamento decidano di lavorare insieme e speditamente per raggiungere l’obiettivo di una rapida conversione in Legge dello Stato. Ci auguriamo anche che la si smetta con atteggiamenti...
12 Dic 2013
“Ci appelliamo al Governo e in particolare al ministro Del Rio affinché intervenga per evitare l’approvazione di una legge beffa per il Paese, che con la scusa di rendere più moderni e sicuri gli impianti per lo sport, di fatto promuove nuove e gravissime  speculazioni  edilizie, concedendo la possibilità di costruire praticamente...
09 Dic 2013
E’ durissimo il commento di Legambiente sulla nuova versione della “Legge stadi” che sta circolando tra corridoi dei Ministeri e aule del Parlamento: un emendamento pericoloso che prevede la possibilità di realizzare gli impianti e ogni tipo di intervento edilizio superando, attraverso il passaggio alla Presidenza del Consiglio, qualsiasi parere...
04 Dic 2013
“Per dire basta alle vittime delle alluvioni, degli effetti dei cambiamenti climatici e del dissesto idrogeologico dobbiamo prendere atto che non è possibile continuare a cementificare il territorio. L’impermeabilizzazione dei terreni impedisce il naturale defluire delle acque e aumenta significativamente i rischi e i pericoli legati alle...
22 Nov 2013
“Non chiamatela Legge per gli stadi. Questo provvedimento non ha nulla a che fare con la giusta richiesta di avere in Italia strutture sportive moderne, sicure, accessibili. L’emendamento presentato dal Governo alla Legge di Bilancio consente di usufruire di procedure speciali al di fuori della pianificazione ordinaria, per realizzare case, uffici...
19 Nov 2013
Bisogna intervenire subito e concretamente. La terribile tragedia avvenuta in Sardegna deve costringerci ad intervenire ora per mettere in sicurezza il Paese, quei 5 milioni di cittadini che vivono o lavorano in aree considerate ad alto rischio idrogeologico e quei 6.633 Comuni che hanno all’interno del territorio aree ad elevato rischio di frana...
07 Ott 2013
È ora di dire basta al consumo di suolo e di iniziare quella strada del cambiamento che si chiama rigenerazione urbana, un nuovo modo di concepire e tutelare il territorio e gli spazi urbani in chiave sostenibile. È questo l’appello che Legambiente lancia al Presidente del Consiglio Enrico Letta per chiedere a Parlamento e Governo una corsia...
01 Ago 2013
“Il Parlamento approvi il prima possibile il disegno di legge presentato oggi dal ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, per rendere più agevole la rimozione e la demolizione di opere e immobili realizzati abusivamente nelle aree a rischio idrogeologico elevato. Con i 10 milioni di risorse economiche, previste dal Ddl, si potrebbero demolire...
29 Lug 2013
“Un provvedimento lungimirante e di civiltà” - con queste parole il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza commenta così l’emendamento presentato dall’Onorevole  Ermete Realacci al dl Ecobonus, approvato venerdì dalle Commissioni Finanze e Attività produttive della Camera. “Una scelta di grande importanza – continua...